Comunicato stampa – FutureInResearch

· Comunicati, Sede di Bari

future-in-research-2014

Apprendiamo con grande e viva soddisfazione che tutti gli atenei pugliesi hanno sottoscritto le convenzioni con la Regione Puglia per il bando “Future in Research”: un lieto fine ed una pagina positiva per il nostro sistema universitario regionale e per il nostro territorio.

Con delibera di Giunta n. 1992 del 25 ottobre 2013 (a cui è seguito il bando pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia – n. 160 del 5 dicembre 2013) la Regione Puglia, in accordo con gli atenei, ha infatti deciso di dare una importante opportunità ai dottori di ricerca pugliesi selezionando le loro idee progettuali attraverso il bando “FutureInResearch”. Tale intervento finanzierà 170 posizioni da ricercatore a tempo determinato presso gli atenei pugliesi legate alle idee progettuali approvate e rientra nell’ambito del “Programma regionale a sostegno della specializzazione intelligente e della sostenibilità sociale ed ambientale”. Si tratta di un investimento cospicuo dal punto di vista economico (26 milioni di euro in questa misura) e culturale, secondo il principio che per uscire dalla crisi occorra investire sulla ricerca e attirare nella nostra Regione giovani talenti.

Lodevole è stata anche la risposta delle università, che, tramite apposito Protocollo d’intesa, si sono impegnate ad assumere i 170 ricercatori che dovranno realizzare le proposte progettuali risultate vincenti dopo la rigorosa selezione attuata da esperti anonimi nominati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca secondo i comprovati meccanismi internazionali della peer review. Le selezioni delle 170 idee progettuali sono ormai concluse e sul Bollettino ufficiale regionale n. 175 del 24 dicembre 2014 è stata pubblicata la determinazione dirigenziale n.628 del Servizio Ricerca industriale e Innovazione relativa all’intervento, con la quale si approvano i progetti da assegnare alle Università.

Siamo quindi alle battute conclusive: ora, con le risorse disponibili (Università degli Studi di Bari: € 13.200.000; Università del Salento: € 6.750.000; Università degli Studi di Foggia: € 2.550.000; Politecnico di Bari: € 2.400.000; LUM: € 600.000), le università potranno bandire i concorsi: da parte nostra ci auguriamo che ciò accada nel tempo più breve possibile e rivendichiamo il proficuo e costruttivo ruolo di interlocuzione con tutti i soggetti coinvolti che ADI ha esercitato in questi mesi: il dialogo è stato la strada maestra per arrivare ad una degna conclusione della vicenda e scrivere tutti insieme (Regione Puglia e sistema universitario regionale) una buona pagina in grado di porre la nostra regione come avamposto per la valorizzazione della ricerca nel nostro Paese.

ADI Bari

ADI Foggia

ADI Lecce

1 commento

Comments RSS
  1. Research

    Come vincitore di uno dei progetti non mi sento soddisfatto.
    In molti casi non si tuteleranno affatto i proponenti o peggio ancora i ricercatori pugliesi.
    Sarebbe opportuno vigilare sulla reale competenza dei candidati, visto che chi ha prodotto il progetto ha già dimostrato molto in tutte le fasi della selezione.
    Forse la Regione avrebbe dovuto proseguire l’iter, una volta presentata la graduatoria avrebbe dovuto affidare ai ricercatori i rispettivi progetti e alle Università queste borse di studio, perché di questo si tratta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: